Allergie in pillole - istruzioni per l'uso

Le insidie nelle feste natalizie per gli allergici: consigli per evitare i rischi

A cura del Dott. Giovanni Cavagni, allergologo pediatra

Già al momento dello spacchettamento degli scatoloni contenenti gli addobbi dell’albero di natale o del presepio rimasti in soffitta per un anno, è possibile che il bambino allergico inizi ad accusare starnuti, prurito al naso e tosse perché in quel periodo si sono accumulati acari della polvere.
In questi casi basta che i genitori puliscano bene con un valido aspirapolvere lo scatolone e gli addobbi in essi contenuti o spolverati con un panno umido; mentre i peluche dopo questa pulizia vanno messi per una notte nel congelatore.
Attenzione all’uso di colle, adesivi ed altre sostanze contenenti irritanti usate nella preparazione manuale di addobbi: negli asmatici possono provocare un broncospasmo acuto e in chi soffre di dermatite una riacutizzazione manipolando queste sostanze irritanti.

Non possiamo dimenticare, ahimè, le involontarie reazioni alle delizie che si presenteranno sulle nostre tavole durante le feste natalizie. L’allergia al latte, all’uovo, al pesce, frutta secca sono le più frequenti cause di reazione anafilattica a chi ne soffre: la raccomandazione più importante è quella di leggere attentamente i componenti presenti sulla etichetta dei prodotti confezionati; la seconda, prima di mangiare i dolci fatti in casa, è quella di chiedere alla padrona di casa se nella preparazione è stato utilizzato uno degli alimenti a cui è allergico; infine è bene ricordare a chi ha già avuto gravi reazioni anafilattiche portarsi sempre con se la confezione di adrenalina in penna autoinettabile.

Seguendo questi semplici  ma utili suggerimenti anche per i soggetti allergici saranno sicuramente buone feste!
Su questi ed altri consigli il Prof. Giovanni Cavagni parteciperà lunedì 12 dicembre alla trasmissione televisiva su RAI 3 Geo&Geo nella rubrica di salute di “Cose dell’altro Geo” alle ore16, per meglio tutelare la salute dei soggetti allergici.

Share: