Logopedia

Deglutazione Deviata? Curala con la Logopedia.

Una delle anomalie che possono trovare soluzione grazie alla logopedia del Poliambulatorio Dalla Rosa Prati è la deglutizione deviata. Di cosa si tratta?

Intanto vediamo come dovrebbe funzionare il corretto atto di ingestione del cibo.

Il lattante ha un tipo di deglutizione mirato alla suzione del seno o del biberon; durante la crescita, questo processo si modificherà più volte in base al tipo di alimentazione che gli sarà proposta. È solo verso i 7/8 anni circa che passerà dalla deglutizione infantile a quella adulta (lo sviluppo di questa capacità è variabile: un anno in più o un anno in meno non devono preoccupare).

 

Nell’adulto

  • la lingua si appoggia, dapprima, pochi millimetri dietro ai denti incisivi superiori (nella papilla palatina), poi
  • si muove antero-posteriormente.

Contemporaneamente,

  • i muscoli masseteri si contraggono facendo sì che i molari stringano tra loro.

Mantenere una deglutizione atipica in età adulta può portare a conseguenze importanti:

  • alterazioni del volto,
  • malocclusione dentale,
  • respirazione orale invece che nasale,
  • complicazioni legate all’articolazione delle parole, ecc…

 

A loro volta, questi meccanismi di compensazione ad una deglutizione scorretta (che il corpo mette in atto istintivamente), porteranno ad uno squilibrio muscolare orofacciale come adattamento all’improprio posizionamento della lingua.

Perché permane la Deglutizione Infantile?

Le cause individuate sono diverse:

  • l’uso protratto di ciuccio o biberon,
  • il succhiamento del pollice o della lingua,
  • il rosicchiamento delle unghie,
  • il digrignare i denti (bruxismo),
  • anomalie posturali,
  • affezioni frequenti a carico del cavo nasale che portano il bambino ad una respirazione di tipo orale (a bocca aperta),
  • adenoidi ipertrofiche,
  • otiti, ecc…

 

Conseguenze a lungo termine della Deglutizione Deviata 

Di per sé, una deglutizione atipica può non sembrare un grosso problema o, comunque, può essere considerata una situazione la cui risoluzione sia tranquillamente rimandabile.

 

In realtà, le conseguenze protratte nel tempo andranno inevitabilmente a coinvolgere l’intero organismo finanche all’autostima del bambino. Vediamo come.

 

  • Alterazione della produzione di alcuni suoni (dislalia). Le lettere che richiedono un movimento attivo e specifico della lingua (“S” e “Z”) sono difficili da pronunciare per chi non è abituato a mantenere questo muscolo nella postura corretta rispetto ai denti.

 

  • Alterata crescita del palato(più alto e stretto) e malocclusioni dentali. Più tempo passa prima che la deglutizione deviata sia corretta e più il bambino necessiterà di lunghi e costosi interventi di ortodonzia.

Attenzione! Se il problema non viene risolto, al termine del trattamento ortodontico si avrà per certo una recidiva con denti sporgenti: è inevitabile (ma il vostro ortodontista di fiducia sarà il primo a consigliarvi una visita logopedica, se necessario).

 

  • Problemi posturali. Solo per una lingua messa male? Si! E’, oramai ben noto come le malocclusioni ed il non corretto sviluppo muscolare (anche del viso) possano portare danni da lievi a gravi alla colonna vertebrale. In diverse situazioni (solo per colpa di una lingua…) diviene necessario intervenire addirittura con un bustino ortopedico.

 

  • In ultimo, tutte le conseguenze estetiche associate alle problematiche di cui sopra che il vostro bambino dovrà sopportare.

 

Come si Risolve il Problema?

Innanzitutto: come farsi venire il dubbio? Se il vostro bimbo mentre deglutisce spinge la lingua contro gli incisivi superiori e contrae le labbra ed il mento, probabilmente soffre di deglutizione atipica. In realtà, la valutazione di questo tipo di disfunzione dovrebbe essere effettuata da professionisti, magari durante la prima visita dal dentista o dal pediatra o, anche, dalle insegnanti (che, poi, rimanderanno al logopedista).

 

Per trattare il problema, il logopedista ne dovrà cecare la causa principale interfacciandosi con:

  • i genitori,
  • l’otorinolaringoiatra,
  • l’ortodontista ed
  • il fisiatra.

Dopodiché la riabilitazione con esercizi specifici un percorso di educazione-rieducazione delle funzioni orali.

Share: