Salute in casa

Home fitness

Articolo a cura di Gianfranco Beltrami, specialista in medicina dello sport

Home fitnessFitness a costo zero: spopola il fenomeno dell’home fitness. Ma non è solo una questione economica. Praticità e tempi stretti di una routine sempre in corsa contribuiscono alla crescita di questo trend. Sono sempre di più, infatti, le persone che anziché iscriversi a una palestra, allestiscono la propria fra mura domestiche per allenarsi tutti i giorni e restare in forma o per prepararsi agli sport all’aria aperta con esercizi di tonificazione muscolare e allungamento.

Generalmente, chi si allena in casa, preferisce dedicarsi a tradizionali esercizi per aumentare il tono muscolare, efficaci in tempi relativamente brevi e facilmente realizzabili con pochi attrezzi. Il tipo di attrezzatura necessaria, facilmente reperibile nei negozi specializzati (panca, tappetino, elastici e manubri), e la semplicità dei movimenti da effettuare rendono questi esercizi accessibili a tutti.

Per svolgere un allenamento completo in grado di migliorare il livello di efficienza fisica, sarebbe tuttavia opportuno abbinare anche esercitazioni aerobiche di resistenza, come il walking, la bicicletta, la corsa (in alternativa tapis roulant e cyclette) e di flessibilità.
È importante, inoltre, che gli esercizi praticati per ottenere dei benefici a livello organico siano impostati correttamente tenendo conto dell’età e del grado di efficienza fisica, delle condizioni di salute e di eventuali problematiche presenti a livello organico in modo da non provocare risentimenti di varia natura a livello muscolo-legamentoso e scheletrico.

Per costruire un’idonea seduta di allenamento va prevista una fase di riscaldamento iniziale e di defaticamento finale, per terminare con esercizi di allungamento muscolare.
Facendo gli esercizi di tonificazione e di irrobustimento muscolare con i pesi, i carichi andranno incrementati progressivamente e gradualmente, curando in particolare la respirazione e la corretta esecuzione dell’esercizio.

Estratto da “Il Magazine del Poliambulatorio Dalla Rosa Prati” Giugno 2015

Share: