Cardiologia

Come prevenire le Malattie Cardiovascolari!

2cardio-blogLe malattie cardiovascolari colpiscono cuore e/o vasi sanguigni e sono dovute a più fattori di rischio. Alcuni fattori di rischio, come sesso, età e familiarità, non sono controllabili. Altri possono invece essere controllati ed annullati seguendo semplici regole preventive.

I principali fattori di rischio sui quali non si può intervenire sono:

  • età: con l’età aumenta il rischio
  • sesso: negli uomini il rischio è maggiore
  • familiarità: chi ha parenti che hanno sofferto di malattie cardiovascolari in età giovanile è soggetto ad un meggior rischio

I fattori di rischio che possono invece essere controllati seguendo semplici regole sono ad esempio:

  • svolgere attività fisica
  • tenere sotto controllo il proprio peso corporeo
  • non fumare
  • seguire un’alimentazione sana

L’importanza della prevenzione, della diagnosi e della cura

In caso di sintomi quali dolore toracico, affanno, svenimento, capogiri e palpitazioni e per prevenzione, diagnosi e cura di patologie come scompenso cardiaco, ipertensione arteriosa, cardiopatia ischemica, cardiomiopatia è fondamentale controllare l’attività cardiaca con periodiche visite di controllo dal cardiologo. Il cardiologo è il medico specialista che si occupa dello studio, della diagnosi e della cura delle malattie cardiovascolari, siano esse acquisite o congenite. Ad una prima visita in cui il paziente viene prima ascoltato poi visitato dal medico specialista segue generalmente una visita di controllo.
Questa è fondamentale per valutare che il percorso di cura intrapreso sia corretto. La visita cardiologica viene completata nella quasi totalità dei casi dall’esecuzione di un elettrocardiogramma.

 

Valutare la stato di salute del proprio cuore

L’elettrocardiogramma è la riproduzione grafica dell’attività registrata dagli elettrodi che il medico applica in diversi punti del corpo (sei sul torace e quattro su gambe e braccia). La visita cardiologica con consente al cardiologo di valutare con precisione l’attività elettrica del cuore ed in particolare:

  • frequenza cardiaca
  • presenza di eventuali aritmie
  • presenza di eventuali battiti ventricolare prematuri
  • eventuali alterazioni delle onde elettriche

Per prevenire le patologie cardiache è importante, oltre a seguire un corretto stile di vita, effettuare anche controlli periodici presso centri medici specializzati.

 

Smettere di fumare e seguire un’alimentazione sana! Due delle principali regole da seguire

Due regole fondamentali da seguire sono non fumare e seguire un alimentazione sana, norme semplici da suggerire ma per molti difficili da rispettare.

I motivi principali per cui il fumo favorisce lo sviluppo dell’aterosclerosi ovvero l’insorgere di malattie cardiovascolari sono due:

  • il battito cardiaco è accelerato dalla nicotina
  • la quantità di ossigeno nel sangue diminuisca a causa del monossido di carbonio

Queste due sole motivazioni sono sufficienti a capire il perché per prevenire l’insorgere di malattie cardiovascolari sia indispensabile non fumare o comunque smettere quanto prima.

Seguire un’alimentazione sana, ovvero povera di sodio e grassi di origine animale e ricca di frutta, verdura, legumi e pesce, significa invece mantenere entro i giusti parametri:

  • pressione arteriosa: se la pressione è alta il cuore è obbligato a svolgere un superlavoro che favorisce la formazione di aterosclerosi

colesterolo: maggiore è il colesterolo in circolo maggiore è il rischio che si depositi sulle pareti delle arterie

 

TagsCuore
Share: