Visite specialistiche

Le malattie dell’apparato respiratorio nell’adulto: la tosse

Con questo articolo iniziamo la serie di interventi dedicati ad alcune tra le più diffuse malattie che possono interessare l’apparato respiratorio dell’adulto.

Iniziamo quindi con la tosse, uno dei sintomi respiratori più banali ma al tempo stesso più importanti.
Innanzitutto possiamo dire che la tosse è un atto riflesso, a difesa dell’albero tracheo-bronchiale, che permette di liberare le vie aeree dalle sostanze nocive entrate al loro interno. È un sintomo fastidioso, a volte preoccupante, che può essere la spia di numerose malattie, anche infettive, che possono essere trasmesse ad altre persone.

Tra le cause scatenanti della tosse, si possono ritrovare numerose malattie quali:

  • patologie che interessano la laringe, la faringe e i seni paranasali, come sinusiti, laringiti, faringiti e neoplasie
  • patologie che interessano la trachea e i bronchi, come tracheiti, bronchiti, asma, iperattività bronchiale e tumori
  • patologie che interessano i polmoni, come ad esempio fibrosi, polmoniti, edemi polmonare e tumori
  • patologie che interessano la pleura, come pneumotorace e pleuriti
  • patologie che interessano il mediastino, come tumori, linfoadeniti e aneurismi aortici
  • patologie che interessano l’extratoraciche, come esofagite da reflusso gastroesofageo e patologie addominali

È quindi di fondamentale importanza una valutazione approfondita della tosse e delle cause che l’hanno provocata per poter impostare una terapia adeguata.
Bisogna prestare particolare attenzione soprattutto alla tosse di prima insorgenza che non guarisce, poichè è importante evitare che questa si trasformi in tosse cronica.
Allo stesso modo, è importante non trascurare la tosse cronica, in particolare nei fumatori, che modifica le sue caratteristiche diventando più fastidiosa, più produttiva o con la presenza di sangue.

La letteratura internazionale in materia documenta ampiamente come sia possibile giungere ad una diagnosi precisa nel 93%-100% dei casi in soggetti affetti da tosse persistente, d’origine ignota, quando l’inquadramento clinico strumentale sia supportato dall’esperienza e da un appropriato metodo d’indagine.

Articolo a cura del Dott. Luigi Fecci, specialista in tisiologia, malattie dell’apparato respiratorio e in igiene

Share: